image

Assenteismo in ospedali, Chersevani: “Sono arrabbiata, dolore quasi fisico”

“L’assenteismo sul posto di lavoro è sempre un comportamento grave. Se a metterlo in atto è un medico, è esponenzialmente più grave, perché tradisce la relazione terapeutica, deruba il tempo di cura e di comunicazione”.

È amareggiata Roberta Chersevani, presidente della Fnomceo, raggiunta dalle notizie di oggi relative alle indagini su casi di assenteismo in diversi ospedali d’Italia. Due dei medici che sono stati per questo indagati – e sospesi dal servizio – sono proprio iscritti a Gorizia, Ordine che lei presiede.

“Quella del medico – continua – è una professione magica, nella quale la gente ti affida la vita, il dolore, la speranza. Per questo parlo di tradimento e di furto”.

“Spero vivamente che le indagini alla fine dimostrino che queste accuse non sono vere – conclude -: il solo pensiero, da stamattina, mi sta procurando un malessere quasi fisico. Qualora venissero dimostrate, si tratta di un fatto gravissimo, che non fa onore a tutti quei medici – e sono la stragrande maggioranza – che vivono per i loro pazienti, dimenticandosi di tempi di lavoro, turni massacranti, a volte della loro stessa vita privata”.

facebooktwittermailfacebooktwittermail