image

L’editoriale di fine anno del Presidente Spata “tempi duri”

Tempi sempre duri e idee ancora poco chiare sul futuro della nostra sanità. Mi dispiace esordire così, in questo mio breve editoriale di fine anno, ma è quello che penso sia per effetto della preoccupante crisi economica del nostro paese sia alla luce di quanto si legge ed è stato approvato  a livello nazionale e regionale.

In ambito nazionale mi riferisco all’atto di indirizzo, da poco diffuso, in attuazione del Decreto Balduzzi, che riguarda la riorganizzazione dell’ assistenza territoriale, sempre più orientata alle nuove forme organizzative (AFT e UCCP), e che dovrà essere recepita dai nuovi ACN.

Ma altri temi importanti dovranno essere sviluppati nel 2014 ,come quello spinoso e di grande importanza per tutti noi, della responsabilità professionale (esiste un disegno di legge firmato dal nostro Presidente Nazionale e depositato nell’ottobre scorso in Senato) alla quale è legata tutta la problematica relativa all’obbligatorietà delle polizze assicurative gravata da costi estremamente elevati  ed in questo senso la FNOMCeO si è attivata da diverso tempo e sta elaborando un progetto di polizza collettiva sul primo rischio.

 Al centro della nostra attenzione è  il futuro dei giovani, futuro sempre più legato ad un appropriato progetto formativo pre e post laurea, tutto da rivedere nell’ottica di un rapido e adeguato inserimento nel mondo del lavoro. E anche su questo tema la nostra Federazione sta attivamente lavorando sia in ambiti istituzionali che universitari con non poche difficoltà.

A livello regionale  esistono progetti che interessano la riorganizzazione del nostro sistema sanitario regionale, proposte che sono ancora in fase di definizione; di concreto esiste solo un accordo regionale per il territorio, approvato di recente, dove sostanzialmente vengono confermati gli accordi del 2013. Per il resto ancora tanta incertezza ; ci saremmo aspettati qualcosa di più.

A livello provinciale siamo sempre molto attivi, propositivi e soprattutto collaborativi con le istituzioni.

Tanti altri sono i temi importanti e che per brevità di un editoriale non ho menzionato ma che saranno al centro della nostra  assemblea annuale e alla quale saranno invitati, come tradizionalmente avviene da qualche anno,i nostri neolaureati; è un appuntamento al quale Vi invito fin da ora a partecipare numerosi in quanto ritengo che l’Ordine professionale, in quanto ente istituzionale rappresentativo di tutti i medici e odontoiatri, sia la sede più idonea per discutere dei nostri problemi ed essere anche propositiva.

Purtroppo è uno scenario ricco di incertezze e incognite e nel quale è richiesto un grande impegno da parte di tutti, a partire dalle Istituzioni, dai rappresentanti sindacali, da tutti i professionisti che operano in tutte le sedi per salvaguardare un SSN riconosciuto da tutti come uno dei migliori ma che sta rischiando di andare in crisi con ripercussioni negative sul cittadino e sulla professione.

Sono sicuro comunque che con il contributo di tutti e con l’unità di intenti le cose possano migliorare.

Auguri di Buon Natale e un buon inizio Anno a tutti Voi e alle Vostre Famiglie.

Gianluigi Spata

facebooktwittermailfacebooktwittermail

Tags: