image

Solidarietà Fnomceo al medico che opera a Cantù

Non ha voluto essere visitata dal medico di guardia, dopo avere visto che il dottore era nero. È accaduto a Cantù, proprio in provincia di Como. al medico Andi Nganso, 30 anni, laureato in Italia e in servizio da un anno nella cittadina brianzola. Un episodio stigmatizzato dal nuovo presidente della Federazione degli Ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli.

«Esprimiamo – dice Anelli in una nota – solidarietà al collega Andi Nganso. Il nostro Codice deontologico afferma a chiare lettere che il medico ha il dovere di tutelare la vita, la salute psicofisica, di trattare il dolore e alleviare la sofferenza senza discriminazione alcuna. Lo stesso ci aspettiamo dai pazienti, per un’alleanza terapeutica che sia veramente reciproca e paritaria, fondata sulla condivisione delle rispettive autonomie è responsabilità».

FacebooktwittermailFacebooktwittermail